Website not available

The website is available only if JavaScript is enabled and if it is supported by a modern browser.

Tested browsers:

Università della Svizzera italiana University Library Lugano

University Library Lugano



Recent acquisitions September 2019

Computer science

Object-oriented software construction / Bertrand Meyer. – 2nd ed . - Upper Saddle River : Prentice Hall, 1997.

A 005.117 MEY OBJ

This is, quite simply, the definitive reference on the most important development in software technology for the last 20 years: object-orientation. A whole generation was introduced to object technology through the first edition of this book. This long-awaited new edition retains the qualities of clarity, practicality and scholarship that made the first an instant best-seller, but has been thoroughly revised and expanded. Among the new topics covered in depth are: Concurrency, distribution, client/server and the Internet; object-oriented databases; design by contract; fundamental design patterns; finding classes; the use and misuse of inheritance; abstract data types; and typing issues. The book also includes completely updated discussions of reusability, modularity, software quality, object-oriented languages, memory management, and many other essential topics. All software developers and computer science students, worldwide.

Religion

La Chiesa e le Chiese : la conversione cattolica all'ecumenismo / Bernard Sesboüé . - Bologna : EDB, 2015.

A 262.0011 SES CHI

«Quando i vescovi si accorsero di essere piuttosto d’accordo, la Chiesa cattolica si convertì all’ecumenismo in qualche minuto, al massimo in qualche ora». Yves Congar, cardinale e teologo, sintetizzò con queste parole una delle grandi svolte del Vaticano II, la partecipazione ufficiale al movimento ecumenico. Sin dai primi voti conciliari nel 1962, infatti, era emerso con chiarezza che Roma desiderava rigettare tutte le inimicizie sorte dalle due grandi fratture del secondo millennio, con le Chiese d’Oriente (XI secolo) e con le Chiese della Riforma (XVI secolo). Il volume, che si propone di offrire alcune indicazioni proprio su tali aspetti del Vaticano II, si articola in tre parti: la preoccupazione ecumenica che ha ispirato la totalità del lavoro conciliare, l’approccio formale del problema con il decreto Unitatis redintegratio e la ricezione dell’opera conciliare sul terreno dell’unità dei cristiani.

Christen und Heiden : Quellentexte zu ihrer Auseinandersetzung in der Antike / Michael Fiedrowicz . - Darmstadt : Wissenschaftliche Buchgesellschaft, 2004.

A 239 FIE CHR

Die vorliegende Quellensammlung dokumentiert erstmals umfassend die intellektuelle Kontroverse zwischen Heiden und Christen während der ersten Jahrhunderte. Anhand repräsentativer Texte werden in historisch-systematischer Gliederung zunächst die verschiedenen Anlässe, Phasen und Protagonisten der Auseinandersetzungen vom 2. bis 5. Jahrhundert vorgestellt, anschließend die unterschiedlichen Argumentationsstrategien und Hauptthemen des zwischen Christengegnern und Apologeten ausgetragenen Disputs veranschaulicht. Die Fremdwahrnehmung des frühen Christentums und dessen argumentative Begründung des eigenen Wahrheitsanspruchs kommen dabei ebenso zur Sprache wie die religiös-philosophischen Hintergründe der Kritik, die heidnische Denker gegen jenes christliche Selbstverständnis formulierten.

Poetica delle arti sacre / Jean-Yves Hameline ; introduzione di Patrick Prétot . - Magnano : Edizioni Qiqajon, 2017.

A 246 HAM POE

Questo insieme di testi rappresenta un contributo alla ricerca nell'ambito dell'antropologia rituale. In una vera e propria escursione poetica nell'universo della liturgia, questi scritti colgono la complessità dell'esperienza liturgica accostandola come una dinamica che si gioca a più livelli e nella quale si intrecciano riferimenti di tempo e di spazio, aspetti sensoriali, visivi, sonori, olfattivi. Sostando sui riti, sui gesti, sulle cose con uno sguardo rinnovato dal concorso delle scienze umane, l'autore ci aiuta a ripensare l'esperienza liturgica in quanto pratica della fede.

I Salmi: preghiera e vita : commento al Salterio / Ludwig Monti ; prefazione del cardinale Gianfranco Ravasi ; presentazione di Enzo Bianchi . - Magnano : Edizioni Qiqajon, 2018.

A 223.2077 MON SAL

"I salmi sono parole di Dio in parole di uomini e donne, sono scuola di preghiera ma anche scuola di umanità: l'umanità concreta con tutti i suoi sentimenti, le sue fatiche, le sue domande e le sue ricerche di senso per "salvare la vita". Nei salmi si parla a un "tu" che a volte sembra fare silenzio ma del cui amore, della cui presenza, della cui misericordia si resta saldamente convinti ... Saluto con gioia grande il commento di fratel Ludwig Monti, un'opera straordinaria, nella quale la lettura ebraica, quella cristiana e quella umana tout court sono tra loro armoniche, rendendo i salmi vicinissimi a noi." (dalla Presentazione di Enzo Bianchi)

Sefer, Be-rešit = Ramban : the Torah with Ramban's commentary : Bereishis, Genesis / translated, annotated and elucidated by Yaakov Blinder in collaboration with Yoseph Kamenetsky ; contributing editors, Yehudah Bulman ... [et al.] . - Brooklyn : Mesorah Publications, 2004-2005.

A 222.1077 NAC PER

Surrogate motherhood : a catholic-hindu moral exposition in the current indian context of reproductive tourism / Anil Mathew Mangattu . - Delhi : Media House, 2019.

A 241.66 MAN SUR

A quiet revolution has been taking place in human reproduction during the past four decades. The way children enter families has changed radically, especially among upper middle class families who have fertility problems worldwide. Asexual or assisted conception, involving medical technologies such as in vitro fertilization and embryo transfers, has replaced sexual reproduction and adoption for infertile heterosexual couples and for same sex couples who need assistance in forming families. As well, third parties, referred to as surrogates, are hired to assist individuals and couples who wish to conceive a child with whom they share a genetic tie. This has resulted in a “surrogate baby boom.” Wealthy families from Australia, Canada, China, Europe, Japan, India and the United States are increasingly selecting surrogacy instead of adoption as a method for acquiring children with whom they have a genetic link. In 1987 Genea Core wrote, “This rise of the surrogate industry does not take place in isolation. It is part of the industrialization and commercialization of human reproduction. It is part of the opening up of the reproductive supermarket.” This book provides a critical and moral introduction to the global surrogacy market, with India as the global reproductive tourism hub for gestational and commercial surrogacy. Although infertility is a global health issue that affects millions of people world-wide, there is ambivalence and anxiety about the morality and complexity of surrogacy. With few regulations to guide the process and protect those involved, however, countries struggle to address its ethical and moral questions, in addition to the legal, political, cultural and environmental ramifications.

Tra teologia ed estetica : la struttura della coscienza / Angelo Puricelli . - Concorezzo : la Ghiringhella, 2019.

A 241.1 PUR TEO

Social sciences

In cerca del padre : storia dell'identità paterna in età contemporanea / Giulia Galeotti . - Roma : Laterza, 2009.

A 306.874209 GAL INC

L'atto di definire il vincolo che lega un uomo alla sua discendenza è stato per secoli materia di diritto. Fino al Novecento, infatti, l'impossibilità di stabilire con certezza chi fosse il padre biologico di un nascituro ha reso determinante l'azione giuridica del riconoscimento. Solo nel corso del XX secolo i progressi della scienza medica sono intervenuti a sovvertire una prassi: le analisi ematologiche, prima, e poi, in maniera definitiva, gli studi sul DNA hanno reso possibile accertare senza ombra di dubbio l'identità paterna. La scienza ha soppiantato così il diritto in una funzione delicata e gravida di conseguenze, anche simboliche, sull'impianto stesso della società. Oggi assistiamo a un'ennesima transizione, al punto che si potrebbe parlare di "terza fase" della paternità; il forte sviluppo delle tecniche di fecondazione assistita, sempre più sofisticate ed efficaci, sta rendendo obsoleto un concetto di paternità basato sul dato naturale e biologico. Con un paradossale ritorno all'antico, si riattribuisce al diritto, sia pure su basi nuove, il compito di individuare il padre. Tra scienza, prassi sociale e vicende giuridiche, Giulia Galeotti indaga l'evoluzione di un concetto delicato e multiforme, gravido di conseguenze (anche simboliche) sull'impianto stesso della società.

Organisation / Alfred Kieser, Peter Walgenbach . - 6., überarb. Aufl. - Stuttgart : Schäffer-Poeschel, 2010.

A 302.35 KIE ORG

Durchgehend überarbeitet präsentiert der Klassiker der Organisationsliteratur in der 6. Auflage den aktuellen Stand der Organisationstheorie und -praxis. Ausführlich beleuchtet das Lehrbuch Organisationsstrukturen und die Veränderungen, denen sie unterliegen. Das didaktische Konzept regt zum selbstständigen Arbeiten an: Anhand von Fragen können Lernfortschritte überprüft und die Lerninhalte rekapituliert werden. Wer den Stoff vertiefen möchte, wird durch weiterführende Literaturempfehlungen unterstützt.

Communications and media

Muster : Theorie der digitalen Gesellschaft / Armin Nassehi . - München : Beck, 2019.

A 303.4834 NAS THE

Wir glauben, der Siegeszug der digitalen Technik habe innerhalb weniger Jahre alles revolutioniert: unsere Beziehungen, unsere Arbeit und sogar die Funktionsweise demokratischer Wahlen. In seiner neuen Gesellschaftstheorie dreht der Soziologe Armin Nassehi den Spieß um und zeigt jenseits von Panik und Verharmlosung, dass die Digitalisierung nur eine besonders ausgefeilte technische Lösung für ein Problem ist, das sich in modernen Gesellschaften seit jeher stellt: Wie geht die Gesellschaft, wie gehen Unternehmen, Staaten, Verwaltungen, Strafverfolgungsbehörden, aber auch wir selbst mit unsichtbaren Mustern um? Schon seit dem 19. Jahrhundert werden in funktional ausdifferenzierten Gesellschaften statistische Mustererkennungstechnologien angewandt, um menschliche Verhaltensweisen zu erkennen, zu regulieren und zu kontrollieren. Oft genug wird die Digitalisierung unserer Lebenswelt heutzutage als Störung erlebt, als Herausforderung und als Infragestellung von gewohnten Routinen. Im vorliegenden Buch unternimmt Armin Nassehi den Versuch, die Digitaltechnik in der Struktur der modernen Gesellschaft selbst zu fundieren. Er entwickelt die These, dass bestimmte gesellschaftliche Regelmäßigkeiten, Strukturen und Muster das Material bilden, aus dem die Digitalisierung erst ihr ökonomisches, politisches und wissenschaftliches Kontroll- und Steuerungspotential schöpft. Infolge der Digitalisierung wird die Gesellschaft heute also regelrecht neu entdeckt.

Political science

Memoria del male, tentazione del bene : inchiesta su un secolo tragico / Tzvetan Todorov . - Milano : Garzanti, 2015.

A 320.53 TOD MEM

Quale eredità ci ha lasciato il XX secolo? Da un lato ha fatto affiorare gli aspetti peggiori dell'essere umano. Ha visto la tragica affermazione del totalitarismo, con le sue due varianti, il nazismo e il comunismo, e gli errori di una democrazia pronta a usare le bombe atomiche contro i propri nemici o a intraprendere "guerre umanitarie" senza curarsi della contraddizione. Insieme con il male, il XX secolo ha però conosciuto anche il suo opposto. Alcuni individui dal drammatico destino e dall'implacabile lucidità hanno illuminato questa epoca oscura con il loro esempio e i loro scritti: Vassilij Grossman, Margarete Buber-Neuman, David Rousset, Primo Levi o Romain Gary hanno dimostrato che è possibile resistere al male.

Economics

The capability approach : concepts, measures and applications / ed. by Flavio Comim, Mozaffar Qizilbash and Sabina Alkire. – Cambridge : Cambridge University Press, 2010.

A 330.1556 CAP

The capability approach developed by Nobel Laureate Amartya Sen has become an important new paradigm in thinking about development. However, despite its theoretical and philosophical attractiveness, it has been less easy to measure or to translate into policy. This volume addresses these issues in the context of poverty and justice. Part I offers a set of conceptual essays that debate the strength of the often misunderstood individual focus of the capability approach. Part II investigates the techniques by which we can measure and compare capabilities, and how we can integrate them into poverty comparisons and policy advice. Finally, Part III looks at how we can apply the capability approach to different regions and contexts. Written by a team of international scholars, The Capability Approach is a valuable resource for researchers and graduate students concerned with the debate over the value of the capability approach and its potential applications.

Tagliare i rami secchi : catalogo dei dogmi del marxismo da archiviare / Carlo Formenti, Onofrio Romano . - Milano : DeriveApprodi, 2019.

A 335.4 FOR MAR

Questo libro si inserisce nell’animato dibattito in corso tra studiosi e semplici militanti sulla necessità di rivitalizzare le teorie marxiste a fronte di un neoliberismo imperante che sostiene di non avere alternative a una gestione dell’economia e delle risorse naturali che volge al rischio di una irreversibile catastrofe planetaria. Secondo gli autori di questo libro le sconfitte che le sinistre di tutto il mondo hanno subìto negli ultimi decenni sono l’esito, tanto dell’incapacità di analizzare cause ed effetti delle mutazioni del modello di produzione capitalista, quanto dell’abbandono delle speranze di trasformazione radicale dell’esistente. Incapacità, rassegnazione e opportunismo sono a loro volta frutto di precisi limiti teorici e culturali. In particolare, gli autori invitano a sfrondare la teoria marxista di nove rami secchi: 1) l’antropologia “ottimista”, secondo cui basterebbe superare l’estraneità del lavoratore al prodotto del suo lavoro per realizzare il migliore dei mondi possibili; 2) l’idea che il modo di produzione capitalista rappresenti comunque un grande balzo in avanti nel cammino della civiltà; 3) il mancato riconoscimento dell’autonomia della politica dalle “leggi” dell’economia; 4) la fiducia incondizionata nel ruolo positivo del progresso tecnico e scientifico; 5) l’idea che un sistema alternativo possa nascere ed evolversi spontaneamente nel grembo dell’attuale; 6) l’internazionalismo astratto che rimuove le differenze storiche e culturali fra popoli e nazioni; 7) la concezione provvidenziale della storia; 8) la mitizzazione della classe operaia come soggetto privilegiato della rivoluzione; 9) la religione della crescita che ignora i limiti ambientali allo sviluppo.

Financial economics

The purpose of banking : transforming banking for stability and economic growth / Anjan V. Thakor . - Oxford : Oxford University Press, 2019.

A 332.1 THA PUR

Banks and other financial institutions play a fundamental and yet divisive role in the health of any economy. As lenders they are important to everyone seeking a mortgage or a car loan. As investors they are essential gears of economic progress. And yet when crises hit and the economy tumbles, they are vilified. Is it possible for the banking and financial sectors to both be crisis-free and sustain economic growth that benefits everyone? This is the central question that Anjan Thakor, one of the leading analysts of banking and financial institutions, takes up in this insightful overview of the purpose of banking. He starts with the foundations of banks as safe-keepers of assets and providers of liquidity crucial to a dynamic economy. They manage risk, monitor borrowers, create trust, are providers of information, and facilitate innovation. And yet notwithstanding these essential purposes, the reputation of banks has suffered tremendously in the wake of crises that have harmed the financial sector, the real economy, and many people. The reason, Thakor argues, is that banks have lost sight of their higher purpose, which is tied to their role as safe-keepers of assets and creators of value. These essential economic functions should drive banks' culture, capital structure, and customer relationships. Credit ratings cannot replace relationships, leverage is no substitute for judgment, and the pursuit of profit should not come at the expense of prudence. Thakor shows that while governments can play an important role in creating the environment of banks, including through microprudential and macroprudential regulation, ultimately it is up to banks to improve their culture and align it with their purpose in society.

Law

Brexit - and what it means / Stefan Kadelbach . - Baden-Baden : Nomos, 2019.

A 341.24220941 BRE

Was bedeutet der Brexit für den britischen Status hinsichtlich des Binnenmarkts? Was passiert mit in Großbritannien lebenden EU-Bürgen und Briten, die in Mitgliedsstaaten der EU wohnen? Hat der Brexit die politische Kultur im Vereinigten Königreich geändert und wie beeinflusst dies die Gestaltung der Europäischen Union? Welche Perspektiven gibt es für die künftigen Beziehungen zwischen dem Vereinigten Königreich und der EU? Dies sind die Fragen, welche während des 17. Walter Hallstein Symposiums des Wilhelm Merton Zentrums für Europäische Integration der Goethe Universität Frankfurt am Main am 15. und 16. März 2018 diskutiert wurden. Dieser Band präsentiert die meisten Beiträge der Konferenz. Die Beitragenden kommen sowohl aus dem Vereinigten Königreich, wie aus der EU und repräsentieren die Vielfalt der mit dem Brexit verbundenen Fragestellungen

Social services

Digital health promotion : a critical introduction / Ivy O'Neil . - Cambridge : Polity Press, 2019.

A 362.10285 ONE DIG

Searching the internet for health information or using health apps on mobile devices has become part of our daily routine, yet can be just as disempowering as empowering. This engaging overview critically examines the theoretical underpinning of digital health promotion and the use of digital tools and strategies to promote health. Ivy O’Neil investigates how modern technologies can enhance health services provision and increase the accessibility and efficiency of health communication and promotion. She also looks at the challenges they bring to the social model of health: while eHealth initiatives and your health app may be useful tools, they often focus on the individual and neglect the many social, environmental and economic determinants of health. Digital technologies, O’Neil argues, can have negative as well as positive implications and may be contributing to the ever-widening health inequality gap, thereby failing to be compatible with health promotion principles and values. Offering critical, practical and thoughtful overview of the application and usefulness of digital technology in promoting health and reducing the health inequality gap, this book will appeal to students of public health and health promotion, communication and policy.

Search engine society [Documento elettronico] / Alexander Halavais . - Cambridge : Polity Press, 2018.

X 303.4833 HAL SEA

Link to the e-book

Commerce, communications, transportation

Gatekeeping in the evolving business of independent film distribution / Roderik Smits. – Cham : Palgrave, 2019.

A 384.84 SMI GAT

This book is about the business of distribution, around which the international film business revolves. Considering sales agents and distributors as primary gatekeepers, the book examines the networks in which they operate, how they operate, how their practices have evolved, and the power and control they exert over the business of independent film distribution. Critically, it also considers how they are affected by the powerful influence of Netflix and Amazon in the online era. At a time of disruption and change to traditional business models and industry professions, Roderik Smits argues that gatekeepers remain equally – if not more – crucial to the distribution and circulation of films in international markets.

Language and linguistics

Foundations of illocutionary logic / John R. Searle and Daniel Vanderveken . - Cambridge : Cambridge University Press, 2009.

A 401 SEA FOU

This is a formal and systematic study of the logical foundations of speech act theory. The study of speech acts has been a flourishing branch of the philosophy of language and linguistics over the last two decades, and John Searle has of course himself made some of the most notable contributions to that study in the sequence of books Speech Acts (1969), Expression and Meaning (1979) and Intentionality (1983). In collaboration with Daniel Vanderveken he now presents the first formalised logic of a general theory of speech acts, dealing with such things as the nature of an illocutionary force, the logical form of its components, and the conditions of success of elementary illocutionary acts. The central chapters present a systematic exposition of the axioms and general laws of illocutionary logic.

Glottodidattica : per una cultura dell'insegnamento linguistico / Anna Ciliberti . - Roma : Carocci, 2018.

A 418.0071 CIL GLO

L’intensificarsi delle relazioni interetniche e interculturali a causa dei massicci flussi migratori verso paesi economicamente avvantaggiati e i cambiamenti dovuti all’enorme sviluppo dei nuovi media integrati e delle tecnologie didattiche hanno determinato nuove richieste anche nel mondo dell’istruzione. Nel campo specifico della didattica linguistica, tali cambiamenti, da un lato, fanno da sfondo a una crescente culturalizzazione dell’insegnamento linguistico, dall’altro, inducono a tener conto delle nuove forme di pensiero, di comunicazione, di apprendimento/insegnamento, prodotte dall’uso sempre più massiccio dei nuovi media nelle società moderne, che attribuiscono a insegnanti e discenti un ruolo assai diverso da quello tradizionale. Il volume fornisce una visione a tutto tondo dei cambiamenti sopravvenuti nella didattica dell’insegnamento di L2 negli ultimi due decenni e indica le competenze, sia teoriche che operative e sperimentali, ritenute oggi fondamentali per la formazione di base dell’insegnante di una L2.

Languages

Il caos e l’ordine : le lingue romanze nella storia della cultura europea / Lorenzo Tomasin . - Torino : Einaudi, 2019.

A 440.9 TOM CAO

Un saggio che invita a considerare lo studio delle lingue e delle culture romanze come componente fondamentale nel programma attuale degli studi umanistici, e con essi dell'agenda culturale dell'Europa di oggi, anche nel suo dialogo con il mondo.

Cortesia : la cortesia verbale nella prospettiva romanistica : aspetti teorici e applicazioni = Politesse : la politesse verbale dans une perspective romaniste : aspects theoriques et applications = Cortesía : la cortesía verbal desde la perspectiva romanística : aspectos teóricos y aplicaciones / Gudrun Held, Uta Helfrich (eds.) . - Frankfurt am Main : Peter Lang, 2011.

A 440.0141 COR

In sede di filologia romanza il discorso sulla cortesia, campo molto studiato nella linguistica pragmatica moderna, ha finora avuto poca risonanza in maniera sistematica - fatto tanto più sorprendente quanto è stata proprio l'epoca tardo-romana a conferire la sua impronta essenziale sia al concetto sia alle forme di quello che noi intendiamo comunemente come cortesia occidentale. I contributi di questo volume, risultato dei lavori di una sezione tenuta in occasione del 31° Romanistentag tedesco (Bonn 2009), tengono conto di questa lacuna, trattando vari aspetti di cortesia verbale in diverse lingue romanze ed applicando, in chiave tanto dia- quanto sincronica, diversi modelli teorici ad una ricca gamma di differenti generi testuali e svariati eventi comunicativi. Au sein de la philologie romane le discours sur la politesse, un domaine pourtant très favorisé par la linguistique pragmatique moderne, a suscité peu d'intérêt systématique jusqu'à ce jour. Ce fait est d'autant plus surprenant que ce que nous appelons communément la politesse occidentale, soit dans le concept, soit dans les formes, est fortement marqué par les développements sociaux de l'époque tardo-romaine. Les contributions de ce volume, issues d'une section tenue au 31 ième Romanistentag allemand (Bonn 2009), tiennent compte de cette lacune en traitant beaucoup d'aspects de la politesse verbale dans différentes langues romanes, et en appliquant, dans une perspective tant dia- que synchronique, les différents modèles théoriques à nombreux genres textuels et situations communicatives.

Costruire parole : la morfologia derivativa dell'italiano / Maurizio Dardano . - Bologna : il Mulino, 2009.

A 455.9 DAR COS

Questo volume mostra come si costruiscono nuovi vocaboli, aggiungendo pezzi (suffissi e prefissi) a vocaboli che già esistono e come si fondono due o più vocaboli per ottenere composti. Il fine principale di tali operazioni è quello di creare termini precisi, corrispondenti al progresso tecnico-scientifico e capaci di interpretare le istanze sociali e culturali odierne. Molti neologismi dipendono anche dalle mode del nostro tempo e pertanto servono a tastare il polso alla lingua di oggi. Nell'illustrare la creatività linguistica dell'italiano l'autore non trascura richiami al passato e ai legami (molto attivi) della nostra lingua con altre lingue europee. Per ogni fenomeno si citano molti esempi, ricavati dalla stampa, dalla letteratura, dai linguaggi settoriali e dalla tradizione colta.

Grammaire expliquée du français. Niveau intermédiaire / Sylvie Poisson-Quinton, Reine Mimran, Michèle Mahéo-Le Coadic . - [Paris] : CLE International, cop. 2003-2005.

A 448.24 POI GRA

Le parti invariabili del discorso / Anna-Maria De Cesare . - Roma : Carocci, 2019.

A 455 DEC PAR

Il volume, dedicato alle parti invariabili del discorso (preposizione, congiunzione, avverbio, interiezione), risponde a tre domande: Come sono concepite le parti invariabili del discorso nella grammatica tradizionale e quali legami si riscontrano con il modo di trattare la materia nella teoria grammaticale classica? Quali aspetti sono validi ancora oggi e quali sono invece i punti della teoria da rivedere o approfondire? Quali soluzioni sono proposte dalle teorie linguistiche moderne, che tengono conto di aspetti sintattici e pragmatico-testuali prima ancora che semantici? Vedremo che una riflessione critica sulla lezione tradizionale porta a individuare nuovi raggruppamenti nell'inventario delle parole invariabili e a creare una serie di nuove categorie o addirittura macrocategorie di parole invariabili.

Storia dell'italiano nel Novecento / Pier Vincenzo Mengaldo . - 2. Ed. - Bologna : Il mulino, 2014.

A 450.904 MEN STO

Il volume delinea un panorama completo delle funzioni e dell'evoluzione della lingua italiana dalla prima guerra mondiale alla fine del secolo. L'analisi di tali trasformazioni, e delle idee linguistiche che l'accompagnano, è sempre accompagnata da esempi concreti ed è condotta non solo sul linguaggio letterario ma anche sulle lingue settoriali, dai testi per le canzoni alla prosa sportiva, giornalistica, cinematografica, televisiva.

Management

Concepts in enterprise resource planning / Ellen Monk, Bret Wagner . - Australia : Course Technology Cengage Learning, 2013.

A 658.4012 MON CON

Learn how to master and maximize enterprise resource planning (ERP), which continues to become more critical in business today, with Monk/Wagner's CONCEPTS IN ENTERPRISE RESOURCE PLANNING, 4E, International Edition. Readers discover how to use ERP tools to increase growth and productivity while reviewing how to effectively combine an organization's numerous functions into one comprehensive, integrated system. CONCEPTS IN ENTERPRISE RESOURCE PLANNING, 4E, International Edition reflects the latest trends and updates in ERP software as well as introduces the basic functional areas of business and their relationships. Readers see how see how integrated information systems help organizations improve business process and provide managers with accurate, consistent, and current data for making informed strategic decisions.

Corporate stakeholder democracy : politicizing corporate social responsibility / Robert Braun . - Budapest : Central European University Press, 2019.

A 658.408 BRA COR

Most practitioners and decision makers look at corporate social responsibility (CSR) as a socially responsible management practice on top of what company leaders normally do: focus on the sustainable, long term financial profitability of their corporation. This book focuses on a political understanding of CSR: the author bridges politics corporate social responsibility and in a creative and provocative manner. Braun seeks to explore why and how corporations are to be seen as political entities with important roles in our current societies. The first part discusses the social context, the various stakeholder approaches and it also endeavors – with the help of the historic/political parallel of the bourgeois revolutions in the 19th century – to define the corporate polity. The second part analyses the new kind of operational logic from the viewpoint of the different areas of corporate operation; it gives an overview of the consequences for the individual areas of operation and indicates how corporate policy can be realized in the given field of operation. The third part of the book introduces the institutions necessary for the creation of the corporate polity.

Retailing management / Michael Levy, Barton A. Weitz, Dhruv Grewal . - 10th ed. - New York : McGraw-Hill Education, 2019.

A 658.87 LEV RET

Retailing Management 10e highlights the many ways the retail industry has transformed and evolved over the past four years. In keeping with its market-leading tradition, the 10th edition focuses on key strategic issues with an emphasis on financial consideration and implementation through merchandise and store management. These strategic and more tactical issues are examined for a broad spectrum of retailers, both large and small, domestic and international, selling both merchandise and services. In preparing this edition, the authors focused on five important factors that continue to delineate outstanding retailers: -The use of big data and analytical methods for decision making.-The application of social media and mobile for communicating with customers and enhancing their shopping experience.-The issues involved in utilizing a mobile channel and providing a seamless multi-channel experience for customers.-The engagement in the overarching emphasis on conscious marketing and corporate social responsibility when making business decisions.-The impact of globalization on the retail industry.

Arts

La storia delle storie dell'arte / a cura di Orietta Rossi Pinelli . - Torino : Einaudi, 2014.

A 707.22 ROS STO

Emergono i profili dei tanti metodi messi in campo per analizzare e interpretare le opere, dall’attribuzione all’iconografia e all’iconologia, dalla critica formalista alla storia sociale dell’arte, dalla ricerca ancorata ai documenti a quella ispirata alla storia delle idee, delle religioni, della cultura, fino all’assunzione di modelli attenti all’antropologia come alle scienze naturali. Un volume che mancava ma di cui si avvertiva la necessità perché, tenendo presente che il mestiere dello storico dell’arte è differente da quello del filosofo di estetica e del teorico, sono stati riannodati gli aspetti del lavoro piú squisitamente storiografico con tutte quelle sollecitazioni attivate dagli stessi oggetti di studio. Le autrici hanno ricostruito infatti la proficua simbiosi tra la scrittura e il lavoro sul campo nei musei, nei territori, nel mercato, nelle collezioni private, nelle esposizioni, nelle scelte di tutela e di restauro. Tutte attività che hanno concorso a valorizzare, conservare e trasmettere alle generazioni a venire la ricchezza di un patrimonio identitario.

Literature

Letteratura latina : una sintesi storica / Alberto Cavarzere, Arturo De Vivo, Paolo Mastandrea . - Roma : Carocci, 2018.

A 870.9 CAV LET

Il volume, che coniuga agilità di trattazione e approfondimento critico, traccia una storia della cultura letteraria a Roma dagli albori alla magnifica stagione dei “classici”, destinata ad allungarsi nei secoli sino alla frantumazione dell’impero e alla nascita delle identità nazionali in Europa. Tenendo conto soprattutto delle esigenze imposte dai programmi dei corsi di laurea triennali, nella loro esposizione gli autori si sono impegnati a collegare sempre la scelta delle informazioni a un’analisi problematica delle forme letterarie in continuo sviluppo, sullo sfondo delle dinamiche sociali e politiche ben rispecchiate dai mutamenti di gusto del pubblico. Questa seconda edizione si caratterizza, oltre che per una serie di aggiustamenti e integrazioni, per una preziosa appendice dedicata alle fonti elettroniche, al giorno d’oggi indispensabili per uno studio più approfondito e consapevole della storia letteraria latina.

Origine del dramma barocco tedesco / Walter Benjamin ; nuova edizione italiana a cura di Alice Barale ; prefazione di Fabrizio Desideri . - Roma : Carocci, 2018.

A 832.5 BEN ORI

L’Origine del dramma barocco tedesco è l’opera con la quale Walter Benjamin, nel 1925, intendeva abilitarsi all’Università di Francoforte. Il tentativo fallì. All’autore fu consigliato di ritirare la propria domanda. La motivazione principale: il carattere impervio del lavoro, a partire dalla Premessa che, come afferma Scholem, sta davanti al libro «come l’angelo con la spada fiammeggiante del concetto davanti al paradiso della scrittura». Attraverso un’analisi della forma dell’allegoria, considerata il vero e proprio centro dell’espressività barocca – e in particolare di quel genere poco conosciuto che è il dramma barocco tedesco (il Trauerspiel) –, Benjamin propone una diagnosi estremamente attuale sull’arte e sulla modernità. In un itinerario che si snoda fra teatro, letteratura, arte e storia, l’opera benjaminiana, pubblicata per la prima volta in Germania nel 1928, lancia una sfida alla filosofia del Novecento e a quella di oggi. Questa nuova traduzione restituisce al libro tutta la sua forza e necessità e i documenti raccolti nella ricca appendice ne ricostruiscono la genesi guidando il lettore in un percorso appassionante.

Questioni di teoria critica / Stefano Verdino . - Napoli : Guida, 2007.

A 801.951 VER QUE

Stefano Verdino, profondo conoscitore di due animali in via d'estinzione, classici e poesia italiani, si interroga sulle cause della loro lenta agonia. Di chi sono le responsabilità e cosa si può fare? Verdino, da critico letterario, comprende che la sua categoria è la maggiore responsabile dell'allontanamento del lettore dal testo classico. Sa che se interpretare un linguaggio lontano nel tempo o ricercato nella forma è impresa ardua, lo è ancora di più interpretare chi interpreta. Il critico non può essere snob, non può imprigionare il lettore. Deve utilizzare un linguaggio agile e immagini potenti; deve fare come l'Arlecchino goldoniano: servire due padroni, il testo e il lettore, senza scontentare nessuno e senza perdere la propria autonomia.

Lo specchio di Dedalo : autobiografia e biografia / Andrea Battistini . - Bologna : Il mulino, 2019.

A 809.93592 BAT SPE

L'autobiografia, il genere che più di tutti sembra celebrare il trionfo dell'individualità, risulta di fatto sottoposta alle norme vincolanti delle convenzioni letterarie. Questo volume ricostruisce dapprima il momento genetico della forma autobiografica, poi lo statuto fenomenologico, in un confronto ravvicinato con i generi contigui del diario, delle memorie, della biografia, degli epistolari, del romanzo autobiografico. Tra il monismo di un ipotetico codice onnicomprensivo e la polverizzazione dei singoli testi, si instaura una prassi intermedia con cui nella nebulosa dell'universo autobiografico si disegna la mappa provvisoria di numerose costellazioni, utili anche a chi voglia poi descrivere gli specifici pianeti dell'io, rappresentati dalle prove autobiografiche di Francesco D'Andrea, Vico, Muratori, Giannone, Rousseau, Goldoni, Alfieri, Casanova, Da Ponte. E il molteplice intersecarsi delle forme, combinato con il rifrangersi delle metodologie, convergenti dai territori della letteratura, della gnoseologia, della psicologia, dell'etica religiosa, della storia delle idee, rende ormai inadeguata l'icona tradizionale di Narciso, perché lo specchio in cui si ritrae l'autobiografo, anziché piano, si rivela parabolico. Anche l'autobiografia è esposta al fenomeno ottico della diffrazione e alla sua scrittura si rivela più conveniente la metafora dedalea del labirinto.

Varianti e altra linguistica : una raccolta di saggi: (1938-1968) / Gianfranco Contini.- Torino : Einaudi, 1970.

A 809.93592 LEJ PAC

Rhetoric

Le pacte autobiographique / Philippe Lejeune . - Paris : Seuil, 1996.

A 809.93592 LEJ PAC

Paroline & paroloni : attingere a piene mani al tesoro del vocabolario / Luisa Carrada . - Bologna : Zanichelli, 2018.

A 808.02 CAR PAR

Se il nostro curriculum non ha ottenuto risposta, non sarà perché si è confuso in una massa indistinta di parole ed espressioni logore, quelle che usano tutti? Se il cliente continua a tempestarci di email con le stesse domande, non sarà che abbiamo infarcito le FAQ di parole troppo tecniche? Se la nostra associazione comincia a ricevere più attenzione e contributi, non sarà che siamo finalmente riusciti a toccare la mente e il cuore di chi ci legge con parole precise, verbi semplici e aggettivi che instillano curiosità? Se poi qualcuno arriva nel nostro bed & breakfast ed esclama "Che atmosfera, che pace! Lo immaginavo proprio così" allora possiamo esserne sicuri: lo aveva già "visto" anche leggendo le nostre parole sul sito. Dai veri protagonisti della scena, i verbi e i sostantivi, alle parole più brevi e a volte trascurate, come gli articoli e le preposizioni, passando per i grandi trasformatori, gli aggettivi e gli avverbi: questo libro ci insegna a usare meglio le parole per allestire e animare il teatro mentale di chi legge.

Italian literature

L' ordine e il verso : la forma canzoniere e l'istituzione metrica nei sonetti del Foscolo / Pierantonio Frare . - Napoli: Edizioni scientifiche italiane, 1995.

A 851.6 FRA ORD

Il saggio prende in esame tutti i sonetti del Foscolo indagando le strategie compositive messe in atto dall'autore secondo due direttive: da una parte quella analitica dell'istituzione metrica nelle sue varie componenti (l'endecasillabo, la rima, l'enjambement, l'allitterazione), dall'altra quella sintetica e costruttiva della forma canzoniere. Ne risulta l'immagine di un autore attento all'interazione tra i vari livelli del testo e guidato da una tensione alla unità e alla totalità che approda in fine alla costruzione di un canzoniere tra i meglio strutturati e più significativi di tutta la letteratura italiana.

L'impietratrice : panzana / Vittorio Imbriani ; postfazione di Giovanni Pacchiano . - Milano : Serra e Riva, 1983.

A 853.8 IMB IMP

Lettere famigliari e diplomatiche / Baldassarre Castiglione ; a cura di Guido La Rocca, Angelo Stella e Umberto Morando ; Lettera ad Alfonso Valdés a cura di Paolo Pintacuda ; nota al testo di Roberto Vetrugno ; nota alle illustrazioni di Luca Bianco . - Torino : Einaudi, 2016. 3 vol.

A 856.3 CAS LET

Il volume raccoglie l'intero corpus epistolare di un uomo che fu al centro delle questioni culturali, artistiche e politiche nei primi, decisivi decenni del Cinquecento.

La lingua e lo stile di Carlo Dossi / Dante Isella . - Milano : Ricciardi, 1958.

A 853.8 ISE LIN

In occasione del centenario della morte di Carlo Dossi si rende nuovamente disponibile in un'accurata edizione facsimile "La lingua e lo stile di Carlo Dossi" di Dante Isella, che il maestro Gianfranco Contini volle come terzo volume nella collana Ricciardi dei "Documenti di filologia", pubblicato nel "mese di giugno MCMLVIII" per i tipi della stamperia Valdonega di Verona. Questo primo lavoro di Isella deriva dalla sua tesi di laurea, discussa a Firenze nella primavera del 1947. L'impostazione critica fu suggerita al giovane, appassionato lettore del Dossi da un memorabile corso sulla Stilkritik di Leo Spitzer tenuto a Friburgo da Gianfranco Contini. Un rigoroso e nuovo metodo di lavoro trovò applicazione nello studio del grande scrittore lombardo, comprovando con gli strumenti raffinati della linguistica storica, della dialettologia e della critica variantistica (quest'ultima esemplarmente applicata alle due redazioni dell'Altrieri: 1868 e 1881), i più alti risultati dell'estetica crociana, rafforzati, nei loro esiti migliori, da una salda prospettiva storica. Si trattava, ancora una volta, di riuscire ad essere "postcrociani senza essere anticrociani", assegnando al Dossi il suo seggio di classico del secondo Ottocento, nel segno di un espressionismo affacciato sugli esperimenti linguistici di Gian Pietro Lucini, Carlo Linati e Carlo Emilio Gadda.

La memoria illuminata : autobiografia e letteratura fra Rivoluzione e Risorgimento / Giuseppe Nicoletti . - Firenze : Vallecchi, 1989.

A 858.603 NIC MEM

Mirandomi in appannato specchio / Vittorio Alfieri ; a cura di Arnaldo Di Benedetto . - Palermo : Sellerio, 1994.

A 858.603 ALF MIR

Poesie / Ugo Foscolo ; a cura di Matteo Palumbo . - Milano : BUR Rizzoli, 2019.

A 851.6 FOS POE

Nella sua lotta appassionata contro la poesia vuota e accademica, nella sua resistenza contro gli eruditi di corte, Foscolo è stato il primo intellettuale a denunciare quella spaccatura fra teoria e pratica, fra pensiero e azione, che sarebbe diventato il tarlo non solo della letteratura, ma di tutta la società italiana. Le sue liriche, e i Sepolcri innanzitutto, si rifanno ai modelli più prestigiosi della tradizione classica, ritrovando l'autorità che la voce dei poeti aveva nelle comunità antiche: una voce potente, intrisa di passione e d'immaginazione, di umano dolore e umana pietà. Così, se le prime rime oscillano tra le occasioni mondane e le inquietudini giovanili, l'inno mai finito alle Grazie, posto al termine del suo percorso creativo, celebra i fondamenti eterni della politica e della morale. Versi impetuosi e cristallini, che il commento di Matteo Palumbo permette di scoprire attraverso una lettura capillare del testo e della tessitura poetica che lo governa.

Poesie e realta : 1945-2000 / Giancarlo Majorino . - Milano : Tropea, 2000.

A 851.91408 MAJ POE

Uno dei più prestigiosi poeti contemporanei scrive ciò che pensa, ciò che sente, ciò che sa della poesia italiana dal 1945 al 2000. Un viaggio avventuroso in una terra di nessuno, dove poesie e realtà, opere e vissuti, solitudine e comunanza possano convivere, irradiando intensità, bellezza slegata da norme, conoscenza spregiudicata. Un'antologia che è un'interpretazione. Che è la scrittura di un poeta.

Una serenata ai morti : romanzo / Giovanni Faldella . - Castellamonte : Editrice Tipografica Baima, 2013.

A 853.8 FAL SER

L'osteria di Borgo Grezzo, paesello della piana vercellese, è uno straordinario punto di ritrovo: qui "convergono come ad un'oasi" viandanti, cacciatori e perditempo in cerca di ristoro. Tra i tavoli colmi di bottiglie, un protagonista di rilievo è Ambrogione, bevitore eccezionale al pari di molti altri avventori. Esagerano nel tracannare vino e gareggiano a chi le spara più grosse. Fino a che una sera gli eventi sfuggono di mano e prendono una piega imprevista. "Una serenata ai morti", pubblicato a Roma dall'editore Perino nel 1884, è un testo breve e gradevolissimo, dai continui riferimenti a termini piemontesi ormai desueti. Tra i contafrottole dell'osteria e le serenate più o meno improvvisate si colgono le atmosfere dei tiratardi della piccola provincia di metà Ottocento.

Vita / Vittorio Alfieri ; a cura di Vittore Branca . - Milano : Mursia, 1983.

A 858.603 ALF VIT

Vita scritta da esso / Vittorio Alfieri ; edizione critica a cura di Luigi Fasso . - Asti : Casa d'Alfieri, 1951.

A 858.603 ALF VIT

Geography and history

E fu subito regime : il fascismo e la marcia su Roma / Emilio Gentile . - Roma ; Bari : GLF editori Laterza, 2012.

A 945.0914 GEN EFU

«Fece fessi tutti»: la frase, niente affatto elegante ma volgarmente efficace, fu usata nel 1949 da Cesare Rossi, uno dei più stretti collaboratori di Benito Mussolini nei primi anni del fascismo, per descrivere l’abilità con la quale il giovane duce, alla vigilia della marcia su Roma, mise nel sacco tutti i maggiorenti della classe dirigente liberale, che avrebbero potuto impedirgli di diventare il capo di un nuovo governo. Giolitti, Nitti, Orlando, Salandra e Facta caddero nella trappola delle trattative condotte separatamente con ciascuno di loro, fra settembre e ottobre del 1922, ognuno pensando di essere scelto come presidente del Consiglio in un ministero di coalizione con la partecipazione dei fascisti. E mentre il duce trattava, il partito fascista mobilitava la sua organizzazione armata per la conquista del potere. Con la violenza delle squadre dominava gran parte dell’Italia settentrionale e centrale e sfidava apertamente lo Stato. Fu così che l’attimo fuggente catturato con la marcia su Roma divenne l’inizio di una nuova era

Fascismo anno zero : 1919 : la nascita dei fasci italiani di combattimento / Mimmo Franzinelli . - Milano : Mondadori, 2019.

A 945.0914 FRA FAS

Il 23 marzo 1919 è una data cardine nella storia d'Italia. Quel giorno, a Milano, in piazza San Sepolcro, al primo piano di Palazzo Castani, elegante edificio di fine Quattrocento, l'ex socialista Benito Mussolini fonda i Fasci italiani di combattimento. Sulla scena politica irrompe un movimento di tipo nuovo, aggressivo e dinamico, che non solo mescola estremismo di destra e radicalismo di sinistra ma raccoglie simpatizzanti di ogni genere: Arditi, futuristi, reduci, massoni, socialisti, sindacalisti rivoluzionari, anarchici. La maggior parte di loro sono giovani. Il programma è avanzato e decisamente riformista: si propongono la Costituente repubblicana dei combattenti, l'abolizione del Senato, il suffragio universale maschile e femminile, l'introduzione delle otto ore lavorative. Mussolini, in particolare, vuole affidare la guida del Paese a una nuove élite, l'aristocrazia dei combattenti. L'obiettivo è spodestare la vecchia classe dirigente liberale, scongiurare il pericolo bolscevico e conquistare il potere. Dalle colonne de «Il Popolo d'Italia», il quotidiano interventista creato nel 1914 grazie ai finanziamenti degli industriali, Mussolini rivendica l'annessione di Fiume e della Dalmazia, soffia sul fuoco della crisi economica, legittima l'uso della violenza come strumento di lotta politica (il primo assalto alla sede dell'«Avanti!» avviene il 15 aprile 1919). Eppure, per il fascismo delle origini le elezioni di novembre si rivelano un insuccesso: Mussolini non viene neppure eletto alla Camera ed è addirittura arrestato per violenze. Come il leader fascista reagì alla sconfitta e riorientò il suo movimento verso nuove prospettive? Chi lo aiutò in quel frangente? Lo spiega in maniera chiara ed esauriente Mimmo Franzinelli...

Mussolini e il fascismo : l'avvento al potere, il regime, l'eredità politica / Marco Palla . - Firenze : Giunti, 2019.

A 945.0914 PAL MUS

Il 29 ottobre del 1922, mentre le colonne fasciste sfilavano per le strade della capitale, il re Vittorio Emanuele III affidava a Mussolini l’incarico di formare un nuovo governo. Furono in molti allora a pensare che l’esperienza del fascismo al potere non sarebbe durata molto. La realtà sarebbe stata ben diversa. Dal duro colpo assestato alla fragile democrazia liberale al disastro della seconda guerra mondiale il passo sarebbe stato breve, segnando indelebilmente la storia italiana ed europea del Novecento.

Storia moderna : i temi e le fonti / Guido Dall'Olio . - Nuova ed. - Roma : Carocci, 2017.

A 909.08 DAL STO

Che lo studio della storia non possa prescindere dalla conoscenza e dall’analisi delle fonti è un principio tanto ovvio da apparire scontato. Esso tuttavia tende a essere trascurato nello studio della storia generale, spesso affidato esclusivamente ai manuali – strumenti didattici indispensabili, ma che offrono una visione della realtà lontana dalla concretezza dei documenti. Il volume accompagna il lettore dentro la storia dell’età moderna (dalla scoperta dell’America alla Rivoluzione industriale) attraverso la presentazione di fonti riguardanti molte aree tematiche, da quelle più tradizionali della storia politica e istituzionale fino alle più innovative, come la storia delle minoranze religiose, dei rapporti familiari, del corpo e della sessualità. In questa seconda edizione il corpus documentario è stato notevolmente ampliato e sono stati aggiunti due capitoli che, tra l’altro, includono una ricostruzione a grandi linee dei diversi modi di concepire l’“età moderna” da Voltaire fino ai giorni nostri.

Bulletins archive

Updates

Send a message to if you wish to receive updates for this page.